Frequently Asked Questions

LE RETI SATELLITARI

I satelliti, sono da tempo strumenti indispensabili in molti servizi, dall'osservazione della terra alla meteorologia, al monitoraggio delle risorse e di fenomeni naturali, come di certi tipi di inquinamento, dalle applicazioni militari alle reti per uso civile. Una rete satellitare permette di avere la connettività in qualsiasi località del mondo, Grazie allo sviluppo tecnologico con le connessioni satellitari è oggi possibile avere elevate velocità di connessione, basti pensare alle migliaia di canali televisivi a larga banda che utilizzano le connessioni satellitari. Con i recenti satelliti lanciati sul finir del 2013 e nel 2014, la connessione satellitare diventa addirittura tecnicamente competitiva alle connessioni terrestri in fibra ottica.

 

Nel corso degli anni le telecomunicazioni spaziali si sono differenziate in termini di orbite dei satelliti, frequenze di esercizio e classi di servizi:

Sistemi LEO (Low Earth Orbit): 700 - 1500 Km (es. Globalstar; Iridium; Orbcomm)

Sistemi MEO (Medium Earth Orbit): 10.000 - 20.000 Km (es. Global Positioning System acronimo di GPS)

Sistemi GEO (Geostationary Orbit Satellite): Satelliti posti in orbita geostazionaria, ossia satelliti di comunicazione che ruotano insieme alla terra e che quindi appare fisso, o stazionario, su una particolare posizione.

Alcune reti satellitari

Astra Connect (SES), INMARSAT, EUTELSAT, IRIDIUM, THURAYA, GLOBALSTAR.
Vedere le mappe di copertura
Quanti sono i satelliti in orbita?
Sono dell’ordine delle migliaia.
Quali bande di frequenza utilizzano i satelliti?
Praticamente tutti i segmenti nelle bande VHF, UHF, SHF, EHF allocate a livello mondiale per i servizi satellitari.

FREQUENZE

L'uso di una particolare frequenza di trasmissione dipende dall'applicazione di un dato sistema. La gamma di frequenze si estende dalla banda P alla banda Ka ed oltre:

  • Banda P (0,2–1 GHz)
  • Banda L (2–4 GHz)
  • Banda C (4–8 GHz)
  • Banda Ku (12–18 GHz)
  • Banda Ka (26,5–40 GHz)

Come regola, si può pensare che più alta è la frequenza e più estesa deve essere la banda su cui si trasmette e la capacità del collegamento. Inoltre, più la frequenza è alta e più alta sarà l'attenuazione indotta dall'atmosfera e il rumore che si sommerà al segnale (questo richiede una potenza più alta, dunque più energia, per poter equilibrare il rapporto segnale/rumore). Tuttavia usare frequenze alte fornisce il vantaggio di avere guadagni di antenna più elevati che permettono di ridurre le dimensioni della antenne stesse, sebbene questo renda il puntamento più difficile per via della maggiore direzionalità del fascio trasmissivo

Vedere le istruzioni per il montaggio di una parabola in banda KA alla pagina KIT SATELLITARE

Essenzialmente i servizi offerti sono i seguenti: Connessioni ad internet, Gestione Canali Televisivi, Servizi solo Voce, Servizi Voce/Dati, Servizi Telemetrici, Sistemi di Back-up alla connettività terrestre, Sistemi GPS, Osservazione terrestri, Comunicazioni marittime ed aeree, Comunicazioni di carattere militare ecc

In base al servizio satellitare desiderato viene fornito l’apparato più adatto che viene associato ad un abbonamento di tipo SAT.

Nei servizi satellitari via INMARSAT, IRIDIUM, THURAYA, GLOBALSTAR occorre una SIM. Nei servizi satellitari Astra Connect ed Eutelsat non occorre alcuna sim, viene attivato l’abbonamento associandolo all’apparato sat.

Connessioni via Satellite in tutto il mondo con l’utilizzo delle reti satellitari
INMARSAT IRIDIUM THURAYA GLOBALSTAR SES (Astra Connect) Vedere piani e servizi sui siti: www.2sat.it (Astra connect) www.sat.rdn.it (INMARSAT, IRIDIUM, THURAYA)

Tra la fornitura delle apparecchiature, l’eventuale installazione (solo della parabola) e l’attivazione del servizio circa una settimana.

Profili Friend:
Start 2SAT H15
2SAT H25
2SAT H35
2SAT UNL

Profili Business:
Start Office H15
Office H25
Office H35
Office Extreme
Office Extreme Pro

Quali sono le opzioni 2SAT:
Flat Notte (24.00/06.00)
Traffico aggiuntivo (1GB)
FuP Reset (solo Prof. UNL)
Kit Voip: (TLF - Nr.Tel.-WiFi)
Kit WiFi
Kit Astra TV
Kit Satellitare

Il FuP è un sistema statistico che in base alla quantità di traffico utilizzato in un canale trasmissivo limita automaticamente il consumo di ciascun utente in base ai consumi effettuati. Il FuP viene utilizzato universalmente in tutti i network ove più utenti si servono dello stesso canale di trasmissione (Esempio nella telefonia cellulare, nelle adsl, nelle connessioni satellitari ecc.) L’obiettivo è quello di garantire a tutti il servizio più elevato della connettività, soprattutto nei momenti di picco.

Come funziona il FuP?
La Fair Use Policy monitora continuamente i volumi di dati consumati per ogni cliente (in MBytes). Durante le ore di picco il sistema delle Fair Use Policy riduce la velocità per tutti quei clienti che hanno già consumato una grande quantità di dati (in MBytes) durante il mese. Piú è alto il volume di dati scaricati dal Cliente durante il mese e piú la sua velocità viene ridotta, durante le ore di picco. Durante il resto del giorno (vale a dire non le ore di punta), la velocità della connessione, di solito è limitata alla velocità di accesso. Ogni mese il volume dei dati di tutti gli utenti viene azzerato e quindi la velocità viene riportata ai massimi livelli.

Che cosa è il FuP Reset
E’ una opzione del piano Friend UNL che permette di resettare i consumi effettuati nel mese e far ripartire i contatori dall’inizio del mese; il FuP si conclude con l’ultimo giorno del mese di quando è stato utilizzato.

PROCEDURA ATTIVAZIONE SERVIZIO SATELLITARE

  1. Scegliere il profilo di connessione satellitare più adatto alle proprie esigenze
  2. Sottoscrivere il contratto di fornitura compilando tutti i documenti richiesti
  3. Effettuare il pagamento richiesto
  4. Al ricevimento del pagamento viene spedito il KIT SAT (parabola + accessori all’indirizzo prescelto dal cliente
  5. Dopo la conferma di ricezione del KIT SAT un installatore provvede a l’installazione del KIT
  6. Al termine dell’installazione della parabola avviene l’attivazione del collegamento satellitare a cura del NOC RDN
  7. Al termine dell’attivazione il cliente si collega al modem satellitare ed effettua il collaudo del circuito SAT

Sul sito www.2sat.it verrà riportato un elenco di installatori certificati disponibili in tutte le regioni, sarà cura del cliente sceglierne uno.

CONNESSIONI TERRESTRI BY RDN

Connessione Analogica/ISDN
Copertura RDN: accesso a tariffa urbana da ogni località in Italia Nr. 7023456735.
Connessione ADSL
Copertura RDN: in ogni distretto telefonico coperto da adsl.
Connessione HDSL
Copertura RDN: in tutta Italia - salvo indisponibilità risorse di centrale locale.
Connessione CDN (Circuiti diretti numerici)
Copertura RDN: in tutta Italia.
Connessione in Fibra Ottica
Copertura RDN: nelle vicinanze delle località coperte dalla rete Interoute vedere mappa
Connessioni Wireless
Free Internet in tutte le sale VIP Alitalia operative negli aeroporti in Italia (Nelle sale VIP connettersi al segnale WiFi con SSID “RDN for Alitalia”
Con circuiti tipo ADSL/HDSL forniti da RDN dotati dell’opzione wireless

Quali apparati servono per collegarsi ad internet?
Per una connessione su rete telefonica occorre un modem, per una connessione con ADSL occorre un router Adsl, per una connessione HDSL occorre un router HDSL, per una connessione via satellite occorre la parabola e il modem/decoder satellitare, ecc

Per ogni tipo di connessione occorre l'apparato adatto; RDN può soddisfare qualsiasi esigenza.

DOMINI WEB

Un dominio è il nome che identifica in maniera inequivocabile una persona, un'azienda, un ente o un'organizzazione su Internet.
Il dominio si compone principalmente di due parti, separate da un punto. ES: rdn.it
La prima parte è il nome vero e proprio, mentre la seconda è una sigla che può indicare un'area geografica oppure il tipo di attività svolta. Ad esempio: .it sta per Italia, .gov sta per organizzazione governativa, .fr per Francia, .com per attività commerciale, ecc.

Esistono diversi tipi di domini, divisi in dominio generici o di Organizzazioni es.
.aero ( Industria dei trasporti aerei )
.biz ( Affari )
.com ( per utenti commerciali )
.coop ( Cooperative )
.edu ( per istituzioni educative )
.gov ( per istituzioni governative)
.info ( informazioni - utilizzo senza restrizioni )
.int ( Organizzazione Internazionale )
.mil ( Esercito degli Stati Uniti )
.museum ( Musei )
.name ( Individui )
.net ( Provider Internet – utilizzo senza restrizioni )
.org ( Organizzazioni non a scopo di lucro)
.pro ( professionisti )

Domini di livello geografico es.
.it (Italia)
.fr (Francia)
.uk (Inghilterra)
.sg (Singapore)
.br (Brasile)
.ca (Canada)
.us (USA)

Un Registrante è un soggetto (persona fisica o giuridica) che chiede la registrazione di un dominio o che ne ha ottenuto l’assegnazione. Il Registrante è l'unico responsabile della richiesta di assegnazione, dell'uso del dominio e dei servizi attivati su di esso, e ha quindi l'obbligo di comunicare tempestivamente al Registrar qualsiasi variazione sui dati dichiarati in fase di registrazione.

I TLD (Top Level Domain) sono i domini di primo livello e si suddividono in due gruppi: i ccTLD (country code Top Level Domain) che fanno riferimento a paesi, nazioni o aree geografiche come .it, .de, .fr, .uk o .eu (esempio registro.it).  i gTLD (generic Top Level Domain) che hanno carattere generico come .net, .com. o .org. (esempio fao.org) Chi può registrare un dominio .it? La registrazione di un nome a dominio nel ccTLD .it è consentita soltanto a soggetti che abbiano cittadinanza, residenza o sede nei paesi dello Spazio Economico Europeo (SEE), nello Stato del Vaticano, nella Repubblica di San Marino e nella Confederazione Svizzera.

Un Registro (o Registry) è l’organizzazione responsabile dell'assegnazione e gestione di domini e della relativa infrastruttura tecnica, sotto una determinata estensione (.it, .eu, ,com, ecc.). Le regole della rete sono fissate da un'organizzazione internazionale, Icann (Internet Corporation for Assigned Names and Numbers) che ha anche il compito di incaricare alcuni soggetti a svolgere la funzione di Registro (tecnicamente si dice che  il Registro è "delegato" da Icann) per la gestione delle varie estensioni (.it, fr., com, ect). Nel 1987, Icann ha incaricato il Cnr (Consiglio Nazionale delle Ricerche) di gestire i domini Internet a targa .it. E’ nato cosi  il Registro .it, che ha sede all’Istituto di Informatica e Telematica del CNR di Pisa.

E’ una società che dotata di un opportuno sistema informatico che dopo essere stata accreditata dal Registro .it, che ha sede all’Istituto di Informatica e Telematica del CNR di Pisa, interagisce con il sistema centrale e gestisce i domini .it che ha assegnati.

No, deve sempre rivolgersi al Registrar. RDN è un Registrar accreditato al Registro.it che ha sede all’Istituto di Informatica e Telematica del CNR di Pisa

RNA significa Registro dei Nomi Assegnati, vale a dire il database dei nomi a dominio registrati sotto i vari TLD tenuto dalla RA competente.

I DNS

DNS, acronimo di Domain Name System è il sistema che presiede alla risoluzione degli indirizzi del dominio e degli indirizzi IP degli host sulla rete Internet. L’indirizzo del dominio è automaticamente tradotto nell’indirizzo IP numerico. La funzione di DNS viene svolta per mezzo di appositi server (Name Server) il DNS utilizzato da un dominio deve essere segnalato in fase di registrazione del dominio alle organizzazioni che detengono la registrazione dei domini (in Italia il NIC)

Come si programma il DNS sul PC

clicca su start > pannello di controllo > connessioni di rete > tasto dx su connessioni di rete locale LAN, si aprirà la seguente schermata.

Cliccare una volta con sx del mouse su (TCP/IP) e poi su proprietà Questa è la finestra di inserimento DNS, come da esempio.

Inserire i valori dei DNS all’interno degli spazi come da esempio.

Name Server RDN

Nome DNS IP Note

dns.rdn.it

89.202.237.8

Rete in fibra ottica

dns.rdn.net

88.58.81.134

Rete Interbusiness

dns.rdn.org

89.202.237.4

Rete in fibra ottica

dns.24xpress.eu

88.58.81.138

Rete Interbusiness

POSTA ELETTRONICA

Capienza casella E-mail 1000 Mbytes cadauna (up 5 Gbytes opzionale) Nr. E-mail in giacenza nella casella: max 10000 (mille) Notifica preattiva in caso di eccessiva occupazione casella e-mail >80% Grandezza invio e-mail: illimitato Gestione cambio password Servizio Antispam: automatico sul server centrale e programmabile a piacimento nella propria casella Servizio Antivirus: automatico sul server centrale

Servizio Calendario (opzionale) Gestione Mail List (opzionale) Gestione con dominio proprio (opzionale) Gestione delle caselle mediante pannello di controllo remoto via internet: creazione, modifica e cancellazione. Servizio opzionale)

POP3 (server della posta in entrata): rdn.it
SMTP (server della posta in uscita): rdn.it

Il parametro SMTP sulla programma di posta si configura all’interno della seguente schermata, raggiungibile aprendo il programma di posta, es Outlook Express, da: Strumenti > account > proprietà dell’account da utilizzare > server ed inserire come da figura il parametro SMTP. Mentre per il parametro POP3 si inserisce come da figura

Potrebbe dipendere dal fatto che l'indirizzo IP della tua connessione non è abilitato sul server della posta di RDN oppure utilizzi una connessione con altro provider che ti impedisce l'accesso al server di RDN.

2 Sat Features